Sterilità Femminile

Nel 50% dei casi di coppie che ricorrono allo specialista, l’infertilità è prodotta da fattori che dipendono dalla donna. Le principali cause rientrano nelle seguenti categorie:

  • Deficit ormonale Non si verifica l’ovulazione per un non corretto funzionamento dell’ipotalamo, dell’ovaio. Frequenti sono i casi di ovaio policistico, associato spesso anche ad irsutismo, acne ed obesità.
  • Patologia tubarica L’incidenza è in aumento per la diffusione delle malattie sessualmente trasmesse, spesso alla base della lesione delle tube. Lesione che può essere di tipo anatomico (chiusura, alterato decorso….) oppure di tipo funzionale (perdita peristalsi e movimenti dell’epitelio ciliato…). In ogni caso viene meno la possibilità dell’incontro tra i due gameti, ovocita (che non viene captato) e spermatozoo (che rimane bloccato in utero).
  • Endometriosi Ovvero la presenza di endometrio (tessuto interno dell’utero che sanguina ogni mese determinando la mestruazione) al di fuori dell’utero .
    Focolai di endometriosi possono determinare sterilità di tipo ambientale, immunologico, che di tipo meccanico (creando una sorta di cicatrice nelle strutture coinvolte: tube, ovaio…)- Alterazioni qualitative del muco cervicale eccessiva viscosità del muco impedisce il transito degli spermatozoi.
  • Deficit ormonali o per malformazioni uterine L’approccio terapeutico varia a seconda dell’origine della sterilità. In alcuni casi la chirurgia “mini-invasiva” (laparoscopia, isteroscopia) può risolvere ostacoli meccanici. In altre coppie invece l’approccio medico (induzione dell’ovulazione, metodiche di Procreazione Medicalmente Assistita) rappresenta la soluzione migliore.